Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Una situazione disperata

Salve ho 28 anni vivo una situazione disperata a casa.mio padre ci perseguita a me e mia mamma ci insulta ci controlla! non ho lavoro pur essendo laureata e ho paura d andarmene dal mio ragazzo perche mio padre minaccia di ucciderlo e ho paura per mia mamma!cosa devo fare? sono depressa e ho paura


Risponde il dott. Manuele Matera:

Gentile Francesca,
la situazione che descrivi è alquanto delicata e forse anche pericolosa per la vostra incolumità. In questi momenti può essere davvero importante trovare una persona estranea e competente che sia in grado di aiutarti innanzitutto per quanto riguarda la tua sofferenza psicologica e secondariamente - ma non meno importante - nell'orientarti in una situazione che potrebbe richiedere anche un intervento esterno volto a tutelare te e tua madre da quelle che sono, a tutti gli effetti, minacce estremamente gravi. A volte le soluzioni che sembrano impossibili da trovare possono diventare realtà se a cercarle non siamo da soli.
Se può esserti utile posso provare ad aiutarti trovandoti riferimenti di colleghi o associazioni presenti nei pressi di dove risiedi che ti aiutino a districarti in questa difficile situazione.
Ti porgo il mio più grande augurio perché un giorno tutto questo possa diventare solo un brutto ricordo e che le cose volgano il prima possibile al meglio,
Manuele Matera

Contatti

Dott. Manuele Matera
Psicologo Psicoterapeuta
Tel. 347 7594948
manuele.matera@gmail.com


Dott.ssa Chiara Giustini
Psicologa Psicoterapeuta
Tel. 329 7237166
chiara.giustini@gmail.com

Chiedi agli esperti

Un periodo un po' strano dopo la laurea

ono un ragazzo neolaureato, a maggio ho conseguito la laurea di primo livello in ingegneria e sono indeciso se continuare con la specialistica (mi viene il dubbio che perderò altro tempo)!!!
Da maggio ad ora ho cercato su internet delle offerte di lavoro nel mio campo, ma ho avuto solo due possibilità di colloquio (in una non era richiesta la mia figura, dell'altra, che non mi entusiasma più di tanto, verso fine mese avrò l'esito).
Vengo al dunque! Le scrivo perchè sto passando un periodo un po strano, vedo tutti gli amici che mi stanno attorno lavorare e studiare contemporaneamente e riuscire in entrambe le cose ed essere soddisfatti del loro impegno, mentre io non riesco in nessuna delle due(penso che non sia invidia, ma che mi sento inferiore).
L'altro giorno seduto sulla poltrona feci un elenco dei "sintomi del mio malore" che le riporto:

Leggi tutto...

Free Joomla! template by L.THEME