Banner
Banner

Gastrectomia e aumento di peso

Le risposte degli esperti

Salve, ho 38 anni e in seguito ad un operazione per un voluminoso liposarcoma ho perso stomaco e rene. Ho perso molti chili e non so proprio come fare per aumentare di peso nonostante mangi tutto. La cosa strana è che anche mqngiando cose grasse non ingrasso. Potete gentilmente aiutarmi con qualche consiglio? Vi ringrazio

 

Risponde la dott.ssa Elisa Papini:

 

Salve,
la principale causa del calo di peso è legata al ridotto apporto calorico (rappresenta il 60% dei pazienti sottoposti a questo tipo di chirurgia).
Le cause di maldisgestione e malassorbimento dopo questa chirurgia includono: rapido svuotamento gastrico, minor solubilizzazione delle particelle nello stomaco, ridotta concentrazione di sali biliari nel lume gastrico, aumentata velocità di transito del bolo nell'intestino tenue e ridotta o ritardata secrezione pancreatica in risposta al pasto. La steatorrea ed il calo ponderale, talvolta sono associati ad un deficit di vitamina B12. L'accelerazione del transito degli alimenti nel tratto gastroeneterico, che si verifica insieme alla mancata corrodinazione della secrezione pancreatica, può determinare un'insufficiente riduzione della granulometria delle particelle alimentari e una ridotta pre-digestione del bolo. La diminuita secrezione cloridro-pepetidica (già sfavorevole alla digestione proteica) può favorire la proliferazione batterica del tratto prossimale dell'intestino e la deconiugazione dei sali biliari, ostacolando la formazione delle micelle e il malassorbimento lipidico. La conseguenza sarà un aumento consistente dell'escrezione fecale dei grassi (steatorrea). La presenza di materiale inderigerito contribuisce negativamente all'assorbimento determinando la sequela più comune: la diarrea. Quindi un'alimentazione ricca di grassi non l'aiuta a raggiungere il suo obiettivo.

Inoltre questo liposarcoma le ha fatto perdere anche un rene, quindi non è auspicabile assusmere un quantitativo proteico elevato, in quanto andrebbe a mettere in crisi anche l'altro rene.

Il consiglio è quello di assumere uno stile di vita sano sopratutto incentrando la sua attenzione sull'alimentazione corretta, senza eccedere nell'introduzione di soli grassi o carboidrati o proteine, ma assumendole con il giusto equilibrio. In tal caso un professionista della salute come il dietista le è molto utile per aiutarla a trarre il maggior numero di benefici per la sua salute e stilare insieme a lei un'alimentazione da seguire.

Elisa Papini

 


 

La ringrazio di vero cuore, è un peccato non poter essere seguito da lei risiedendo a [xxx]. Purtroppo non so proprio a chi rivolgermi e non credo che un dietologo faccia al mio caso. Sono stato seguito per un po' da una dottoressa che si occupava di alimentazione artificiale ma non credo sia questa la strada giusta. Purtroppo la sofferenza è tanta e noi gastroresecati dopo l'intervento siamo un po abbandonati a noi stessi. La ringrazio a nome di tutte le persone che soffrono per il bellissimo lavoro che fate.

 

Ultimi aggiornamenti

I più letti

Chiedi agli esperti

Vivere senza sesso

Buongiorno, volevo chiedere una cosa: volevo sapere se si può vivere bene allegramente sereni e sani senza fare sesso con ragazze per un ragazzo dai 20 ai 30 anni. Io personalemte ho avuto pochissime esperienze con donne, purtroppo, anche perché ho vissuto e vivo in un paese isolato del sud italia dove c'è pochissima gente e di ragazze non se ne vedono a km e km e sono stao in città soltanto per alcuni mesi. Ora ho 25 anni e nonostante i desideri e gli istinti non vedo una strada... anche perché qui è diffcile trovare lavoro, altrove ancora di più perche non si hanno conoscenze e inoltre è da un paio di anni che non sono in buone condizioni di salute tali da potermi spostare o lavorare serenamente. Grazie.

Leggi tutto...
Contatti

Dott. Manuele Matera
Psicologo Psicoterapeuta
Tel. 347 7594948
manuele.matera@gmail.com



Dott.ssa Chiara Giustini
Psicologa Psicoterapeuta
Tel. 329 7237166
chiara.giustini@gmail.com