Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Voglio fuggire da casa

Salve,
sarò breve. Sono maggiorenne. Se voglio scappare di casa e vivere con il mio ragazzo i miei hanno il diritto di riprendermi? è totalmente contro la mia volontà. Mi minacciano di non farmi piu uscire dalla porta. Mi hanno rinchiusa. Voglio andarmene ma ho paura di mettere nei guai amici o fidanzato. Dove vado? Cosa possso fare?


Risponde il dott. Manuele Matera:

Cara D.,
se hai raggiunto la maggiore età nessuno potrà obbligarti a restare sotto il tetto dei tuoi genitori. Potrebbe essere invece reato rinchiuderti in casa.
Considerando che poni la domanda su un sito di aiuto psicologico mi permetto di dirti che molto spesso la fuga è un’azione per risolvere velocemente un problema ma che rischia poi di caricarci sulle spalle un ulteriore fardello con il quale si camminerà con più difficoltà, ed è un peccato pensare di iniziare una storia affettiva già con un peso.
Capisco comunque che ci sia un passato difficile nella tua famiglia se oggi ti trovi a pensare alla fuga, ma se ce ne fossero gli estremi e se riusciste a farvi aiutare a comprendere cosa sia accaduto tra di voi e come superarlo avreste tutti quanti da guadagnarci e non poco.
In bocca al lupo,
Manuele Matera

Contatti

Dott. Manuele Matera
Psicologo Psicoterapeuta
Tel. 347 7594948
manuele.matera@gmail.com


Dott.ssa Chiara Giustini
Psicologa Psicoterapeuta
Tel. 329 7237166
chiara.giustini@gmail.com

Chiedi agli esperti

Figlia lenta e distratta

Buongiorno
La contatto per avere un consiglio su mia figlia di 8 anni. Sin da quando ha iniziato la scuola dell'infanzia, le insegnanti mi hanno riferito che era molto educata ma timida, introversa e un po' frenata, spesso si lasciava trascinare dalla sua amichetta e non tirava fuori la sua personalità.
All'inizio della scuola primaria c'è stato un cambiamento improvviso, l'insegnante mi ha riferito di una bambina sempre introversa, molto lenta e spessa distratta, che non partecipava se non dietro sua sollecitazione, ma che partecipava comunque al chiacchiericcio generale contribuendo così a disturbare la lezione. La cosa mi ha molto sorpreso, ne ho parlato con lei e la risposta che ho avuto è stata: mamma i buoni sono tonti ed io non voglio esserlo. Ho dovuto lavorare molto su questo aspetto e alla fine è tornata a essere una bambina educata. Rimane il problema della lentezza, è migliorata anche qui, ma ogni volta che vado al colloquio con l'insegnante mi viene sottolineato questo aspetto.

Leggi tutto...

Free Joomla! template by L.THEME