Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Il sale fa ingrassare?

Buongiorno,
volevo chiederle se il sale provoca aumento di peso, in quanto ieri ho mangiato una minestra abbastanza salata e oggi peso un chilo in più. Come mai?

 

Risponde la dott.ssa Elisa Papini:


Buonasera,
non è corretto dire che il sale faccia ingrassare perchè non determina un aumento diretto della massa grassa, il sale in eccesso si accumula nell'organismo e lega le molecole d'acqua provocando ritenzione.

Chi mangia salato o assume alimenti ricchi di sodio, più che ingrassare accumula liquidi perchè ad aumentare non è il grasso ma l'acqua totale presente nell'organismo.

Di conseguenza ridurre il consumo di sale o di alimenti ricchi di sodio aiuta l'organismo ad eliminare i liquidi in eccesso e fa registrare una diminuzione di peso.

Le consiglio:
- di bere minimo 1 litro e 1/2 di acqua al giorno
- Seguire una dieta bilanciata
- Ridurre il più possibile e quantità di sodio assunte nell'arco della giornata, il che vuol dire non solo limitare il sale usato per condire i cibi, sostituendo magari con aromi e spezie, ma anche ridurre il consumo di alimenti confezionati che contengono consistenti dosi di glutammato di sodio laragmente utlizzato nell'industria alimentare come addittivo.

Per qualsiasi chiarimento non esiti a contattarmi nuovamente.
Distinti saluti

Contatti

Dott. Manuele Matera
Psicologo Psicoterapeuta
Tel. 347 7594948
manuele.matera@gmail.com


Dott.ssa Chiara Giustini
Psicologa Psicoterapeuta
Tel. 329 7237166
chiara.giustini@gmail.com

Chiedi agli esperti

Figlia lenta e distratta

Buongiorno
La contatto per avere un consiglio su mia figlia di 8 anni. Sin da quando ha iniziato la scuola dell'infanzia, le insegnanti mi hanno riferito che era molto educata ma timida, introversa e un po' frenata, spesso si lasciava trascinare dalla sua amichetta e non tirava fuori la sua personalità.
All'inizio della scuola primaria c'è stato un cambiamento improvviso, l'insegnante mi ha riferito di una bambina sempre introversa, molto lenta e spessa distratta, che non partecipava se non dietro sua sollecitazione, ma che partecipava comunque al chiacchiericcio generale contribuendo così a disturbare la lezione. La cosa mi ha molto sorpreso, ne ho parlato con lei e la risposta che ho avuto è stata: mamma i buoni sono tonti ed io non voglio esserlo. Ho dovuto lavorare molto su questo aspetto e alla fine è tornata a essere una bambina educata. Rimane il problema della lentezza, è migliorata anche qui, ma ogni volta che vado al colloquio con l'insegnante mi viene sottolineato questo aspetto.

Leggi tutto...

Free Joomla! template by L.THEME